Conte
Giuseppe Conte, leader del M5S

Nelle elezioni del marzo 2018, sembra essere passato un secolo, il Movimento 5 Stelle sbancò nelle urne con un fantastico 32,8% .

Oggi nell'azione combinata del ridimensionamento del numero di parlamentari voluto dallo stesso Movimento 5 Stelle e con una percentuale del 12,8% ( il dato dell'ultimo sondaggio di Swg per La7 ) i pentastellati che entreranno in Parlamento non saranno più di una sessantina. Nel 2018 furono ben 338 i parlamentari eletti con il Movimento di Beppe Grillo 227 deputati e 111 senatori. Una truppa immensa dispersa in pochi anni. Un patrimonio elettorale disperso e frantumato in 4 anni di giravolte e contraddizioni continue. Manca ancora un anno per le prossime elezioni del marzo 2023. Difficilmente il Movimento 5 Stelle potrà recuperare credibilità. A pesare la metamorfosi di un movimento che voleva aprire il Parlamento come una «scatola di tonno» e che si è rilevato essere un partito di potere pronto ad allearsi finanche con l'odiatissimo Berlusconi pur di rimanere aggrappato alle poltrone, rimangiando anni di "vaffa" e di proteste. Nella guerra infinita fra Di Maio e Conte è dovuto intervenire il fondatore, Beppe Grillo. Sarà interessante osservare cosa accadrà in questo anno che ci separa dalle elezioni politiche.

 

Redazione


I Più Letti

Conte

Giuseppe Conte, leader del M5S
3

I 5 Stelle al 12%, l'esperienza dei pentastellati verso il tramonto

10

Barr Threatens Not to Testify Before House, but Democrats May Subpoena Him

Notizie Recenti

Conte

Giuseppe Conte, leader del M5S
3

I 5 Stelle al 12%, l'esperienza dei pentastellati verso il tramonto

10

Barr Threatens Not to Testify Before House, but Democrats May Subpoena Him