In Italia cala il numero dei dipendenti pubblici, in tre anni 145.000 posti pubblici in meno

Sfatato un mito, quello del posto pubblico e di tanti fannulloni soprattutto al Sud. In primo luogo il posto pubblico è diminuito sensibilmente, infatti negli anni dal 2008 al 2011 i dipendenti pubblici sono diminuiti in Italia di ben 145.000 unità. Tendenza che è ancora più aumentata nel 2012.  E all'inizio del 2012 i dipendenti pubblici sommavano a 3 milioni 283.000 che, in rapporto agli abitanti, sono il 5,2%. Una percentuale ben più bassa di tanti altri paesi europei, soprattutto la Francia. E la regione dove in percentuale agli abitanti i dipendenti pubblici sono più numerosi non è una regione del Sud come tutti potrebbero pensare ma la efficiente e produttiva Regione Lombardia, patria dell'imprenditoria privata, con il 12,5% della totalità degli impiegati pubblici italiani, circa 400.000. Tali dati sono stati forniti dal Conto annuale della Ragioneria dello Stato.

Il dato italiano è in controtendenza con quello europeo che secondo l’Eurispes è invece in aumento; il pubblico impiego dal 2001 al 2011 è cresciuto in particolare in Spagna e Irlanda, mentre anche nel Regno Unito e in Belgio la crescita di avvicina al 10%.

Redazione