Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Politica Bersani, in Calabria governa la destra più indecente d'Italia

Bersani, in Calabria governa la destra più indecente d'Italia

  • PDF

Chissà a cosa pensava il segretario nazionale del Pd, Pierluigi Bersani, quando dal palco di Lamezia ha affermato che «La Calabria non è fuori dall’Europa anche se qui governa la destra più indecente d'Italia. A proposito del Comune di Reggio Calabria, mi aspetto che il governo faccia quello che deve fare. La democrazia va messa su basi di legalità». Probabilmente pensava ad un centrodestra calabrese che ha collezionato una somma enorme di fallimenti, dalla sanità sempre più in crisi, dalla disoccupazione dilagante, dalla questione morale mai affrontata con tre consiglieri regionali eletti nelle liste del controdestra attualmente reclusi, da diciotto consiglieri regionali indagati, e, non per ultimo con il tanto decantato modello Reggio caratterizzato da un deficit di 170 milioni di euro.

Probabilmente pensava a tutto questo. Ma la maggior parte del discorso di apertura dell'assemblea nazionale si è concentrata su temi nazionali. Oggi, con il discorso di chiusura è probabile che il segretario nazionale possa ritornare alle vicende calabresi che confermano il totale fallimento dell'esperienza governativa di Scopelliti e dei suoi compari d'avventura, soprattutto i suoi grandi alleati dell'Udc calabrese che, al contrario di quanto accade nel resto d'Italia, sono sempre più attaccati alle loro poltrone. Basti solo accennare che nel Lazio l'Udc è stata determinante per le dimissioni del Governatore Polverini. Ma le elezioni politiche si avvicinano ed il vento dell'antipolitica si abbatterà pesantemente sui consensi per la lista calabrese dell'Udc alla Camera e al Senato.

Redazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna