Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Politica Craxi-Berlusconi, 30 aprile 1993-12 novembre 2011, la caduta degli Dei

Craxi-Berlusconi, 30 aprile 1993-12 novembre 2011, la caduta degli Dei

  • PDF

30 aprile 1993 - 12 novembre 2011. Cosa accomuna queste due date? La fine ingloriosa di Bettino Craxi la prima, il tramonto di Silvio Berlusconi la seconda, con la condizione che il Berlusconismo è stato la continuazione, in ultima analisi, del craxismo, con le sue luci e le sue ombre, con i suoi meriti e con i suoi demeriti e con la fase finale di ambedue contraddistinta da eccessi di potere e soprattutto dalla stessa scelta di circondarsi di elementi negativi, di uomini dediti solo al potere, da signori delle tessere e da tanti personaggi mediocri che spesso provenivano dallo stesso Psi craxiano.

Il 13 Aprile 1993 il simbolo della caduta della Prima Repubblica con il lancio delle monetine a Craxi dinanzi l'Hotel Raphael, il 12 novembre 2011 la festa dinanzi al Quirinale, le proteste dinanzi Palazzo Grazioli e, addirittura i fuochi d'artificio, fatti esplodere in alcuni quartieri romani per festeggiare le dimissioni di Silvio Berlusconi. Analogie sorprendenti di due uomini che hanno segnato la storia politica per molti anni. Bettino Craxi  dal 1976 al 1992 e Silvio Berlusconi dal 1994 al 2011, 16 anni per Bettino Craxi e 17 anni per Silvio Berlusconi.

Addirittura il loro impero è durato anche e quasi per lo stesso periodo. Ironia della sorte e giochi del destino. Oggi il Paese si avvia, quindi, con il Governo affidato a Mario Monti al post - Berlusconismo, con un periodo completamente nuovo considerando che, come è finito il Berlusconismo, è cessato anche l'antiberlusconismo che aveva caratterizzato l'impegno quotidiano delle opposizioni.

Redazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna