Mon09282020

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Roma Roma alle urne nella primavera del 2016, al via il totosindaco

Roma alle urne nella primavera del 2016, al via il totosindaco

  • PDF

Ufficializzate le dimissioni del Sindaco, anzi dell'ex sindaco Marino, che saranno esecutive il prossimo 2 novembre, giorno della festività dei defunti e giorno che sancisce la definitiva dipartita della sindacatura che tante polemiche ha suscitato, parte con inusitato fervore il totosindaco in ogni schieramento possibile. I romani voteranno, quindi, con i milanesi, i napoletani, i torinesi ed i bolognesi. Un appuntamento importante che sarà anche un termometro di gradimento per il Pd e per la leadership renziana. Le coalizioni pronte a sfidarsi potrebbero essere quattro.

Da un lato la sola lista del Movimento 5 Stelle che per scelta corre da sola ed il cui candidato a sindaco sarà deciso dalla rete per come è sempre avvenuto nel movimento grillino. Poi la lista Marchini che potrebbe essere affiancata da più liste sempre che lo stesso Marchini non venga chiamato a rappresentare un accordo con il centrodestra. Poi il candidato del Pd con le liste affiancate ed il candidato del centrodestra qualora non sia, come già detto, lo stesso Marchini. Per Silvio Berlusconi il nome di Marchini potrebbe essere ben gradito, ma non è della stessa opinione il leader della Lega, Matteo Salvini, che vedrebbe favorevolmente la candidatura a sindaco di Giorgia Meloni. Nel centrodestra circola anche il nome di Sveva Belviso che ottenne una marea di preferenze nelle passate elezioni.

Nel centrosinistra circolano i nomi di Giachetti e Gentiloni. Circolano anche nomi della cosiddetta società civile con Malagò e Moretti. Qualcuno nel Pd vorrebbe tentare la carta di Marianna Maida. questi i primi nomi ma nei prossimi giorni se ne aggiungeranno tanti altri. Certamente non sarà una passeggiata e soprattutto, se il sindaco dimissionario Marino, dovesse decidersi di candidarsi con una sua lista autonoma, non sarebbe facile per il centrosinistra ritornare a guidare il Campidoglio considerando che lo stesso Marino potrebbe togliere al Pd un bel numero di consensi. E tanti altri saranno i candidati a sindaco di tante liste civiche che si affacceranno nel già complicato scenario politico della Capitale.

 

Redazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna