Tue10262021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico CONTRO OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE di Loredana Simonetti

CONTRO OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE di Loredana Simonetti

  • PDF

Chi non si è trovato almeno una volta nella vita a pensarla molto diversamente dalle amicizie frequentate abitualmente? Sembra scontato fare e pensare le stesse cose finché tutto procede per il verso giusto. Poi, accade un giorno, di avere idee diverse, decisamente diverse da quelle degli altri e perseguirle con coraggio e sicurezza, quando nei giudizi ingrati delle persone che credevi amici si sono invece, discriminazione, cattiveria e arroganza.

Ci si domanda come si è potuto essere amici di quella gente là, per tanto tempo, e nel momento in cui se ne prende coscienza è inevitabile crearsi il vuoto intorno.

Il sottile confine tra affetto e disprezzo sfuma in un attimo.

L’intraprendente Skeeter, protagonista del libro “The Help” di Kathryn Stockett (Oscar Mondadori, 2014, pp. 530, € 10,50), mal sopporta la discriminazione razziale che negli anni ‘60 le cameriere di colore subiscono nelle spocchiose e facoltose famiglie dei bianchi; sono gli anni in cui un grande e coraggioso Martin Luther King si espone in prima linea contro il pregiudizio etnico con la “resistenza non violenta”.

Skeeter, sostenuta dalla sua personale tenacia e dalla generosità intellettuale di una direttrice editoriale, Elaine Stien, convince le cameriere nere delle sue sgradevoli amiche bianche a raccontare episodi della loro vita discriminata, per pubblicarne un libro. Timore di essere licenziate e paura di andare incontro ad ulteriori difficoltà non riescono a frenare la smania di raccontare come sono considerate presso le famiglie dove lavorano.

Inaspettatamente, il libro di Skeeter viene pubblicato, con la certezza che non sarebbe stato capace di provocare neanche un cerchio nell’acqua; invece, in quel paese razzista fino al midollo, il libro diventa un epocale successo, a conferma che non è il colore che conta.

Lo stile è semplice ed essenziale e non scevro dal desiderio di accelerarne la lettura per vederne il finale. Mentre lo leggevo, pensavo che sarebbe stato un ottimo soggetto cinematografico, scoprendo più tardi che già ne avevano realizzato un premiatissimo film.

Sembra impossibile che nel terzo millennio un libro così sia ancora di straordinaria attualità e che la discriminazione razziale, sociale e soprattutto religiosa occupi ancora prepotentemente le prime pagine dei nostri quotidiani: la libertà di pensare e di scrivere rimane ancora l’unico modo per aprire le menti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna