Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico UMANITA’ GROTTESCA di Loredana Simonetti

UMANITA’ GROTTESCA di Loredana Simonetti

  • PDF

“Era strafatto?”, domanderebbero gli amici dei miei figli. L’ho pensato anche io, in un primo momento, scorrendo il libro “Novelle Crudeli” di Francesco Cusa (ERIS Edizioni, illustr. Daniele La Placa, Aprile 2014, pp. 290, €14,00).

Malgrado questa iniziale impressione ho continuato a leggere, con curiosità crescente, per vedere quale altra sensazione mi avrebbero provocato le sue novelle. Effettivamente in più di un’occasione ho pensato che l’autore avesse scritto in preda a qualche droga misteriosa o più semplicemente sotto l’effetto di una sbornia da birra, che prima che faccia veramente effetto bisogna buttarne giù parecchia.

In questi momenti di scarsa lucidità Cusa scrive a ruota libera, lasciando piena libertà a parole astratte e pensieri senza un apparente costrutto logico. Per riuscire a crearsi un’opinione più sincera sulle capacità dell’autore, bisogna avere pazienza e cogliere l’espressività di alcuni racconti, come ne “Il dolore”, definito come “musica tenue che non conosce misura”, “canto roco e fantasia di chiodi”, oppure come ne “I devoti di San Bastardo”, il santo portato in processione in un paese dell’entroterra siciliano, i cui fedeli lo pregano per vedere realizzate disgrazie e punizioni: “C’avissi a veniri na motti subitane a me cugnatu!”, “Facci moriri lu picciriddu nta la panza di ‘dda gran buttana!”, o nella delicata descrizione intima e personale “Dall’agenda rossa di Paolo Borsellino”.

I miei lettori diranno di me che salvo sempre gli scrittori siciliani… Non saprei, forse è così, come “l’essenza spinosa della Sicilia è identificata nella pala di un ficodindia.”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna