Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico UN WEEKEND DA PAURA… di Loredana Simonetti

UN WEEKEND DA PAURA… di Loredana Simonetti

  • PDF

… non nel senso negativo che si può immaginare. In occasione del Festival dell’Autobiografia, evento che ormai da quattro anni la città di Anghiari organizza per tutti gli appassionati della scrittura autobiografica, oltre a cogliere le bellissime opportunità di scrittura e lettura che l’Università dell’Autobiografia mette a disposizione, si può godere di angoli di pietra e suggestivi panorami della Valle Tiberina, ammirando scorci veramente straordinari. Ritornare in pace con se stessi, tra i profumi di erbe aromatiche, così insistenti, passeggiare tra i vicoli ed entrare nei bistrot accoglienti per ascoltare esperienze di vita, storie personali e tavole rotonde organizzate in questa occasione. E’ proprio la riconquista di qualche stralcio di tempo libero, senza orario e solo con l’intento di vivere anche per pochi minuti le storie degli altri. Questo è il festival dell’autobiografia di Anghiari, che con l’evento “Appoggiati ad un leggio”, ha permesso a tante persone, nella semplicità delle proprie emozioni e parole, poter raccontare tratti della propria vita, spesso sofferti e risolti con la semplicità e buona volontà personale.

Presente in questa bellissima circostanza, in cui ho potuto raccontare la mia esperienza nel raccogliere la storia della vita della mia amica Elda Lombardi,  ho vissuto il confronto con altre persone, altre storie, altre vicende generosamente donate al pubblico interessato e attento, con il solo sostegno di un leggio. Storie di lavoro, di vita, di guerra e di migranti, tutte con lo stesso diritto di essere raccontate, perché ogni storia personale è importante.

Una bellissima esperienza ad Anghiari, dove l’evento è stato accompagnato anche dai ristoratori del luogo; non solo cibo di alta qualità a prezzi contenuti, ma anche cortesia e attenzione per i clienti. In particolare vorrei segnalare “Il Feudo del Vicario” un’antica osteria, curata nei dettagli e dall’accoglienza speciale dei ristoratori, veri artisti della cucina italiana: si può trascorrere una bella serata, perfettamente in linea con l’ambientazione fiabesca della città di Anghiari.

La scrittura, come la lettura, ha spesso funzioni psicoterapeutiche, aiuta nell’elaborare un lutto, svuota la propria anima dai pesi e soprattutto permette di lasciare un solco della propria vita, anche fosse solo per raccontarlo ai nipoti. Così è impossibile non cogliere questa occasione per andare a visitare il piccolo museo dell’Archivio Diaristico di Pieve Santo Stefano, istituzione voluta dal giornalista e scrittore Saverio Tutino, che accoglie diari, memorie ed epistolari, poi messi a disposizione per ricerche, studi, sceneggiature e pubblicazioni. In questo patrimonio culturale c’è un lenzuolo matrimoniale che una contadina del mantovano, Clelia Marchi, rimasta vedova improvvisamente, ha riempito, numerando ogni riga scritta, con la storia della sua vita. La fondazione Mondadori ne ha fatta una importante pubblicazione, riportando integralmente gli scritti di Clelia. (Il tuo nome sulla neve, ed. Il Saggiatore, 2012, pp. 100, € 12,00)

Se volete approfittare di un fine settimana, in questa coda di estate capricciosa, per rimettervi in pace con voi stessi, affacciatevi ad Anghiari e visitate i suoi dintorni, in provincia di Arezzo, sono sicura che non ne resterete delusi; l’aria respirata in questi luoghi toscani, dove arte e cultura sono il perimetro essenziale, sarà una boccata d’ossigeno per il cervello, prima della ripresa frenetica delle attività autunnali.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Commenti   

 
0 #1 mariella cardinale 2014-09-16 13:37
Ho letto con molto piacere il delizioso articolo su Anghiari, avendo spesso visitato il sito dell'accademia del silenzio.
Mi rammarico di non poter visitare il posto che, a quanto pare è molto carino, tra l'altro da quelle parti c'è anche una pieve che merita di essere visitata. Spero in futuro che Anghiari diventi meta di un mio viaggio, perchè no... anche nel silenzio! Grazie
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna