Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico EBREI E CRISTIANI UNITI NEL DOLORE di Loredana Simonetti

EBREI E CRISTIANI UNITI NEL DOLORE di Loredana Simonetti

  • PDF

La fede non ha bisogno di parole difficili e soprattutto non ha bisogno di spiegazioni razionali. La fede è fede e chi ce l’ha, possiede una dote straordinaria.

La fede di Edith Stein, ebrea di nascita, convertita al cristianesimo e suora dell’ordine del Carmelo, non le ha risparmiato la vita nell’Olocausto.

Anna Maria Cànopi, suora benedettina, scrive la sua lunga “Lettera a Edith Stein” (San Paolo, 2014, pp.64, € 6,90) nell’anniversario della sua morte, interrogandosi e dialogando con lei sulla tragedia dello Shoah. “Grande mistero davvero, il silenzio e l’impotenza di Dio in quell’ora tragica della storia di tutti i popoli […] mistero che impone il silenzio e la riflessione nell’umile adesione di fede.”.

Era il 9 agosto del 1942 e la morte di Edith, in quel momento non fece notizia, come ancora oggi non conosciamo gli olocausti che si stanno consumando in tutte le parti del mondo. La Cànopi in questa profonda riflessione si chiede e le chiede: “Fino a quando sarà ancora tempo di seminare piangendo? E quando verrà il tempo di mietere nella gioia?”. E poi esalta il ricordo dei tanti soccorritori che mettevano a repentaglio la propria vita per mettere in salvo i perseguitati.

Alcune volte, avere l’umiltà di domandarsi dei perché può portare ad aprire il proprio cuore a risposte inaspettate.

Questo piccolo libro invita a riflettere: se c’è un disegno divino da realizzare, nonostante le resistenze umane, “tutto quanto è accaduto, anche di tragico nella storia di quest’ultimo secolo, deve concorrere a farci sentire veri fratelli.”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna