Tue10262021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico IL SIGNIFICATO DELLA MOTOCICLETTA di Loredana Simonetti

IL SIGNIFICATO DELLA MOTOCICLETTA di Loredana Simonetti

  • PDF

In equilibrio su due ruote, il vento spezzato a metà e la strada che corre velocemente sotto i piedi: ricordo quando, durante la mia adolescenza, riuscivo a rimediare uno “strappo” in motocicletta dalla mia compagna di studi universitari, fanatica della sua moto Morini 350. Era il 1976. La mia amica Laura non ha mai preso la patente per guidare una macchina e ancora oggi guida una motocicletta. In questi giorni di vacanza e ripensando ai tempi degli studi, assai meno faticosi di oggi, ho pensato di suggerire due libri, entrambi con la motocicletta per protagonista.

Ecco i titoli da mettere a confronto.

Il primo libro, cult degli anni ’70 è “Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” di Robert M.Pirsig  (Adelphi 1990, pagg. 404, € 10,00).  La storia racconta un viaggio in motocicletta dell’autore insieme al figlio Chris, in cui la motocicletta non è soltanto il mezzo di trasporto, ma lo strumento per affrontare e risolvere i dubbi della propria personalità in una sorta d’indagine filosofica-cognitiva del proprio io. Curare la propria motocicletta durante questo viaggio, significa prendersi cura anche di se stessi.

 

 

 

Il secondo libro è “Incanto” di Pietro Grossi (Mondadori 2012, pagg. 302, €19,00) Anche in questo romanzo, protagonista della prima parte del libro è una vecchia motocicletta arrugginita, che tre amici, abitanti di un piccolo centro toscano, rimettono in piena attività durante la loro adolescenza. Rendere funzionante la vecchia “Sandra”, consente di far emergere le specifiche capacità di ciascun ragazzo, capacità che poi si manterranno e si svilupperanno negli anni, attraverso le scelte che ciascuno di loro farà. Quell’incanto di vita, costruito sulla quiete delle piccole cose, sarà spezzato dalle verità nascoste che inevitabilmente emergono alla resa dei conti di un’amicizia troppo distante.

 

La motocicletta in entrambi i libri, è il polo d’attrazione per imparare a sognare il proprio futuro, l’illusione di costruire qualcosa di diverso e importante, magari per rendere sorprendentemente felice chi ci sta vicino. E, come ci suggerisce Pietro Grossi, in fondo la felicità è anche questo: far felice qualcun altro.

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna