Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico SCEGLIERE LA VITA di Loredana Simonetti

SCEGLIERE LA VITA di Loredana Simonetti

  • PDF

Colombe Schneck, giornalista e scrittrice del romanzo “Le madri salvate”, è nata nel 1966; la sua famiglia d’origine, lituana, ha vissuto tragicamente l’olocausto, ma né la mamma Hélène, né la nonna Ginda, le parlano di quella terribile esperienza. Quando nasce sua figlia, Colombe la chiama Salomè, ricordandosi che quel nome le era stato suggerito da sua mamma, prima di morire.

Come un seme gettato al vento, il nome di Salomè entra a far parte dei pensieri quotidiani di Colombe, la quale inizia a scavare nei ricordi familiari alla ricerca della storia di Salomè Bernstein, cugina di sua mamma, deceduta a soli sette anni durante la selezione ebraica nel ghetto di Kaunas: una morte silenziosa e inesistente, come quella di tanti ebrei scomparsi e dei quali non è rimasta traccia dei loro nomi da nessuna parte.

Attraverso la dolorosa ricerca tra le memorie dei sopravvissuti, Colombe scopre il segreto che le madri della sua numerosa famiglia si sono portate nella tomba, sul perché tutti i bambini sono morti mentre le madri sono sopravvissute ai campi di concentramento.

L’autrice vaga per dieci anni nell’abisso delle memorie familiari, fino a quando non scoprirà la verità, tra le tracce di quel passato alla disperata ricerca di un’esistenza degna di essere vissuta felicemente.

 “Il giorno in cui finalmente  saprò, allora ascolterò, non giudicherò, approverò, sarò felice di sapere, sarò rassicurata, non avrò più paura, avrò il diritto di lamentarmi, di essere in malafede, di ascoltare il dolore della mamma, della nonna […], hanno scelto la vita, hanno fatto bene, siate come loro, dimenticate la vergogna e il senso di colpa”.

Dopo aver letto  “Le madri salvate” (Einadi – 2013, pagg.125, € 17,00), mi è capitata, sfogliando un quotidiano, la recensione di Roberto Cotroneo, il quale ha sottolineato come non si possa rimanere indifferenti alla ricostruzione drammatica sulla famiglia dell’autrice.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna