Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Politica Fumata nera alla quarta votazione. Prodi ottiene solo 395 voti. E' caos Pd-Sel. Franchi tiratori a sinistra. Vendola: "Voteremo ancora Rodotà"

Fumata nera alla quarta votazione. Prodi ottiene solo 395 voti. E' caos Pd-Sel. Franchi tiratori a sinistra. Vendola: "Voteremo ancora Rodotà"

  • PDF

20 aprile 2013

Romano Prodi non ce la fa. Si ferma a 395. All'ex premier erano necessarie almeno 504 preferenze. La candidatura di Prodi era stata proposta dal Pd. Il candidato non era condiviso da Berlusconi, che aveva messo il veto sul suo nome. L'ex presidente del Consiglio - per due volte sfidante del Cavaliere alle elezioni - è in questo momento in Mali e dovrebbe rientrare sabato. E' inviato speciale del segretario generale dell'Onu per il Sahel. La quinta votazione per eleggere il Presidente della Repubblica comincerà domani alle 10.

DIRETTA

19.47 QUIRINALE: RENZI, D'ALEMA? RAGAZZI PER PIACERE... GRAZIE MILLE - "Ragazzi per piacere... Grazie mille, buona sera". Così, con gli occhi al cielo, Matteo Renzi esprime tutta la sua perplessità ai cronisti che gli chiedono su una possibile candidatura di Massimo D'Alema al Quirinale

19.43 QUIRINALE: VENDOLA, SE SALTA PRODI SEL TORNA A RODOTA' - Se si dovesse rinunciare alla candidatura di Romano Prodi, Sel tornerà a votare per Stefano Rodotà. Lo dice il leader di Sel, Nichi Vendola, parlando con i cronisti a Montecitorio.

19.42 QUIRINALE: PISANO (M5S), CON RODOTA' ANCHE DOMANI - "Noi siamo in una posizione neutrale, stabili su Rodotà e lo saremo anche domani". Cosi' Girolamo Pisano, del Movimento 5 Stelle, che aggiunge: "non avremmo motivo di cambiare idea. E' una offerta percorribile anche per il Pd". Rodotà "lo vuole anche la base e bisogna capire che nel momento in cui c'è un presidente benvoluto il resto viene più facilmente".

19.40 QUIRINALE: SOSPETTI DI SEL SU PD, PERCHE' 44 RODOTA' IN PIU'? - "Guarda caso, proprio 44 voti in più per Stefano Rodota'...". Subito dopo il clamoroso tonfo di Romano Prodi che non ha raggiunto nemmeno la soglia di 400 voti, i deputati di Sel respingono le accuse di aver boicottato il Professore continuando a indicare il nome di Stefano Rodota'. "Da questa mattina è iniziata a circolare la voce che ci fossero dei mal di pancia tra noi su Prodi - dice un parlamentare - ma la cosa e' completamente infondata: per noi quella di Prodi era una ipotesi ottima per evitare che il pd guardasse a destra e puntasse ad un governo delle larghe intese. Proprio per evitare equivoci - spiega la stessa fonte - abbiamo deciso di rendere riconoscibili i nostri voti e abbiamo segnato le scehde indicando 'R.Prodi', basta verificare".Qualcuno, spiega un altro deputato, aveva addirittura pensato di fare una fotografia con il cellulare dentro l'urna, ma poi l'ipotesi non e' stata presa in considerazione. La voce, fanno capire i grandi elettori del partito di Sel, sarebbe stata messa in giro ad arte dal Pd per nascondere le proprie divisioni. "E guarda caso - fa notare un deputato - i voti in piu' per Rodota' oggi sono 44 in piu', un numero simile a quello dei voti di Sel...", lasciando intendere che i franchi tiratori del Pd avrebbero 'impallinato' Prodi cercando di far ricadere la colpa su Sel.

19.39 QUIRINALE: MONTI, CANCELLIERI CANDIDATURA FORTE - "Mario Monti si rallegra per l'ottimo risultato ottenuto da Anna Maria Cancellieri alla quarta votazione. Scelta Civica ha espresso in modo compatto il proprio sostegno ad una candidata che, gia' in questa prima occasione, ha dimostrato di poter attrarre il consenso di altre forze politiche". Lo si legge in un comunicato della Presidenza del Consiglio "Si conferma cosi' - prosegue la nota - che quella di Anna Maria Cancellieri e' una candidatura forte: personalita' che unisce e non divide, che sa avvicinare le istituzioni ai cittadini, indipendente dai partiti e percio' in grado di essere garante, autonoma da ogni potere economico o finanziario, servitore dello Stato che si e' distinto nella lotta all'illegalita' e alla criminalita'. Trovare tante qualita' riunite in una persona, merita l'attenzione di tutte le forze politiche che vogliano, attraverso un'elezione cosi' importante, dare un forte segnale di rinnovamento, di fiducia nelle capacita' dell'Italia di guardare avanti, di rispetto per il ruolo della donna nella societa'"

19.38 QUIRINALE: RENZI, ADESSO VEDIAMO COSA PROPORRA' BERSANI AL PD - "Quella di Prodi, rispetto alla vicenda di Marini, e' un po' diversa". Lo ha detto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi aggiungendo: "Oggi il segretario del Pd ha chiesto per l'unita' del partito di offrire una candidatura molto autorevole come quella di Prodi. Tutti hanno detto di si, hanno fatto l'applausone e poi hanno fatto il contrario. Hanno fatto il giochino dei franchi tiratori, che non e' una battaglia a viso aperto. Il risultato e' assolutamente piu' basso delle aspettative. In queste ore - ha concluso - i grandi elettori dovranno sciogliere la matassa. Adesso vediamo cosa proporra' Bersani e cosa proporra' in Pd"

19.35 QUIRINALE: VENDOLA,VOTATO PRODI; QUALCUNO RIMESTA NEL TORBIDO - "Sel ha votato per Romano Prodi, i nostri voti ci sono tutti e sono identificabili, perche' sulle nostre schede c'era scritto 'R.Prodi', ma c'e' qualcuno che vuole rimestare nel torbido". Lo dice il leader di Sel, Nichi Vendola, riferendosi al 'sospetto' che i voti che sono mancati a Romano Prodi, in particolare quelli confluiti su Stefano Rodota' possano essere arrivati da Sel. "Noi abbiamo un'idea nobile di politica e per noi il nome di Romano Prodi il nome che poteva sbarrare la strada ad ogni ipotesi di governissimo", ha aggiunto.

19.30 QUIRINALE: SCHIFANI, ORA SIA CENTRODESTRA A FARE LISTA NOMI - "Adesso e' il momento che sia il centrodestra a presentare una propria lista di nomi". Lo ha detto Renato Schifani al termine della quarta votazione per eleggere il Presidente della Repubblica. "Ieri non sono riusciti a far convergere tutti i propri elettori sul nome di Franco Marini, oggi avevano imposto il proprio candidato ai parlamentari e questi non lo hanno votato. A questo punto vorremmo che qualcuno riflettesse anche perche' - ha concluso Schifani - abbiamo subito un grande schiaffo vedendoci imporre il nome di Romano Prodi. Per fortuna, nel modo piu' corretto, si e' evitato che l'espressione di una parte politica potesse rappresentare tutti gli italiani".

19.20 QUIRINALE: RENZI, LA CANDIDATURA DI PRODI NON C'E' PIU' - "La candidatura di Prodi non c'e' piu'". Cosi' il sindaco di Firenze, Matteo Renzi ha commentato l'esito delle votazioni per il nuovo Presidente della Repubblica.

19.12 QUIRINALE: ALLA QUARTA VOTAZIONE PRODI OTTIENE 395 VOTI - Fumata nera alla quarta votazione. Romano Prodi ottiene 395 voti, Stefano Rodota' 213, Anna Maria Cancellieri 78, Massimo D'Alema 15, Franco Marini 3, Giorgio Napolitano 2. I voti dispersi sono 7, le schede bianche 15, le schede nulle 4. La soglia per l'elezione e' a 504 voti.

19.11 QUIRINALE: MIGLIORE, SEL HA VOTATO PRODI NOSTRI VOTI 'SEGNATI' -"Noi abbiamo votato compattamente per Prodi, del resto i nostri voti erano 'segnati'". Lo dice Gennaro Migliore, capogruppo di Sel, parlando con i cronisti che chiedevano se ci fossero state defezioni in Sel sul voto per Romano Prodi. Le scehde di Sel, ha confermato Migliore, indicavano 'R. Prodi'.

19.00 QUIRINALE: QUINTA VOTAZIONE DOMANI ALLE 10 - La quinta votazione per eleggere il Presidente della Repubblica comincera' domani alle 10.

18. 59 QUIRINALE: FUMATA NERA QUARTA VOTAZIONE, PRODI SOTTO QUOTA 400 - Fumata nera alla quarta votazione. Romano Prodi non ha superato i 400 voti. La soglia per l'elezione e' a 504 voti. Stefano Rodota' ha superato i 200 voti, Anna Maria Cancellieri ha superato i 70 voti.

18.55 QUIRINALE: PRODI SOTTO QUOTA 400

17.50 QUIRINALE: SPINTONI E INSULTI TRA MANIFESTANTI IN PIAZZA - Spintoni e insulti tra i manifestanti di diverse fazioni in piazza Montecitorio. I militanti della Destra di Storace, al grido di "Prodi vattene", hanno iniziato prima a discutere in maniera animata con i sostenitori di Stefano Rodota'. Qualche minuto di parapiglia, fino a quando e' intervenuto il consigliere comunale del Pdl Luca Gramazio a cercare di riportare a piu' miti consigli la fazione anti Prodi. Anche il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta, e' uscito da Palazzo Montecitorio per parlare ai manifestanti, ma ha desistito di fronte al clima surriscaldato.

17.44 QUIRINALE: ZAIA, PRODI NON LO VOTEREMO MAI - "Certo e' che Prodi non lo voteremo mai". Non lascia spazio ad interpretazioni il Governatore del Veneto Luca Zaia che a Radio 24 conferma: "Non siamo presenti in aula alla quarta votazione". "Non ci prestiamo ai giochi del PD - dice ancora Zaia a Radio 24 - Bersani ci fa questa sorpresa di Prodi..vedremo se ha i voti"

17.30 QUIRINALE:RESISTE SCHEMA PRODI, MANOVRE PER USCIRE DA IMPASSE - I prodiani nei vari colloqui non nascondono che ci sono mal di pancia nel Pd, soprattutto tra i mariniani e i dalemiani. Ma lo schema con Romano Prodi dovrebbe 'resistere' anche qualora oggi non dovesse esserci una fumata bianca. Dipendera' naturalmente dallo scarto di voti, "se la somma tra i voti di Prodi e Cancellieri dovesse essere intorno ai 530 - ipotizzano per esempio i leghisti riuniti con Maroni alla buvette - allora i democratici riproporranno il Professore per convincere poi Monti stanotte". A sparigliare le carte oggi e' stato Silvio Berlusconi che ha invitato Pdl e il Carroccio a non partecipare al voto. Obiettivo smascherare i franchi tiratori in Scelta civica, ma - sottolinea piu' di un big del Pd in Transatlantico - in questo modo potrebbe essere riuscito nell'intento di compattare il partito. Occhi puntati sul Movimento 5 stelle, anche perche' proprio dal Pd arriva la voce che i 22 voti di Prodi alla terza votazione sarebbero stati proprio dei grillini 'dissidenti', su richiesta dei 'mediatori' tra i due partiti. Questa mattina ci sono stati contatti tra Rodota' e i grillini, con il primo irritato per il pressing in atto affinche' ritirasse la candidatura. Poi la nota ufficiale di Rodota' ha spento gli entusiasmi dei democratici, ma e' proprio sul M5S che punta il Pd per la quinta votazione. Il pallottoliere ancora deve partire, ma secondo 'boatos' di Montecitorio al Professore mancherebbero comunque una decina di voti per il via libera. Se non dovesse arrivare l'ok a Prodi stasera partira' il pressing nei confronti di Scelta civica. Manovre gia' in corso: a Monti sarebbe stato offerto - riferiscono fonti parlamentari di Scelta civica - la presidenza del Senato, con Piero Grasso che 'traslocherebbe' a palazzo Chigi. Nel Pdl dicono che sia Pier Ferdinando Casini a tessere la 'tela' in una logica di grande coalizione. Qualora il Pd dovesse cambiare 'cavallo' potrebbe puntare su Massimo D'Alema che, viene spiegato, potrebbe aprire ad un esecutivo di larghe intese e avere i voti del Cavaliere. Il nome del presidente del Senato potrebbe pero' essere speso anche per il Colle, se lo schema Pd non dovesse reggere. Difficile, invece, che il Pd possa convergere su Stefano Rodota' anche se il Professore, dicono i grillini, abbia rassicurato Bersani su un eventuale incarico per la presidenza del Consiglio. Berlusconi per il momento punta tutto sul voto anticipato. "Non abbiate paura per i miei processi", ha detto ai suoi parlamentari. Ma nel Pdl c'e' il timore che il Cavaliere possa essere di nuovo nel mirino delle offenive giudiziarie

17. 20 QUIRINALE: SCHIFANI, MARINI SENATORE A VITA? LO MERITEREBBE - "Se lo meriterebbe". Cosi' Renato Schifani risponde ai giornalisti che lo interpellano sull'eventualita' che venga conferito il laticlavio a vita a Franco Marini. "E' uno dei fondatori del Pd - ha aggiunto l'ex presidente del Senato - ma lo hanno sacrificato per trovare una sintesi interna al partito invece che una sintesi per il Paese".

17.10 QUIRINALE: GRILLO A BERSANI, PERCHE' NO A RODOTA'? - "Perche' il no inflessibile a Rodota' da parte di Bersani? E' una bella domanda. Un quesito a cui non c'e' risposta, della serie chi siamo? dove andiamo? esiste l'intelligenza sugli altri pianeti e nel pdmenoelle? Ieri notte i gloriosi resti dello 'squadrone' (copyright Bersani) si sono riuniti per valutare una rosa di nomi. Si dice che abbiano spaziato da D'Alema a Amato, da Mattarella a un Marini redivivo, a Prodi, gli unici esclusi sono stati Renzi, il sindaco fantasma di Firenze, per motivi di eta', Berlusconi perche' ufficialmente di un altro partito e Stefano Rodota' per motivi sconosciuti, forse perche' non corruttibile. Un peccato mortale in politica". Cosi' Beppe Grillo sul suo blog.

16.50 QUIRINALE: MUSSOLINI, BOLDRINI MI RICHIAMA? IO SONO SENATRICE - "La presidente Boldrini e' impazzita quando ha visto la scritta dietro la maglietta, secondo lei dovevo vergognarmi ma per me la vergogna e' quello che stanno facendo. Mi richiama? E che mi richiama? Io sono una senatrice!". Cosi' Alessandra Mussolini del Pdl intervistata da Mentana al TgLa7, che ribadisce "Hanno eletto il presidente della Camera, del Senato e ora eleggeranno anche il presidente della Repubblica perche' Il Movimento 3 Stelle votera' Prodi: ci hanno insultato, significa che gia' c'e' l'accordo Casaleggio-Prodi. Ma come si fa a votare Prodi? Un uomo che ha rovinato l'Italia, che ha introdotto l'euro e poi questo e' il nuovo? Quello che sta accadendo durante queste votazioni e' gravissimo".

16.20 QUIRINALE: BOSSI, ORA SI ABBASSA IL QUORUM E TORNERA' MARINI - "Ritorna Marini": parola di Umberto Bossi. Intervistato dal Tg3, Bossi ha criticato Romano Prodi: "In passato ha venduto i beni pubblici ai grandi imprenditori privati, rovinando il paese". Ed oggi "Il passato impedisce lo sviluppo positivo del presente". "L'errore e' stato quello di far votare Marini troppo presto", ha aggiunto, "bisognava farlo votare quando il quorum calava". Ed ora, "quando si abbassera' il quorum il nome tornera' ancora". Quanto alla sinistra, "ci mandi gente credibile a trattare. Prima ci hanno detto Marini e poi sono stati loro a fucilarlo".

15.40 QUIRINALE: BAGARRE A CAMERA PER T-SHIRT MUSSOLINI - Alessandra Mussolini, dopo aver partecipato ad una manifestazione contro la candidatura di Prodi per il Quirinale, e' entrata in Aula con una T-shirt con la scritta 'il diavolo veste Prodi' riscuotendo i consensi del Pdl e della Lega e i fischi del Pd.

15.30 QUIRINALE AL VIA LA QUARTA VOTAZIONE - E' cominciata a Montecitorio la quarta votazione per eleggere il Presidente della Repubblica. La soglia si abbassa a 504 voti, la maggioranza assoluta dell'Assemblea

15.20 BERLUSCONI: NON PARTECIPIAMO A QUESTO VOTO NON DEMOCRATICO - "Non riconosciamo democraticita' e limpidita' a questo voto e al comportamento del Partito Democratico. Dinanzi a questa situazione, invito i nostri deputati e senatori, e anche gli altri parlamentari e rappresentanti regionali della nostra coalizione, a non partecipare al voto in questa quarta votazione". Lo ha detto Silvio Berlusconi.

15.10 QUIRINALE: BERLUSCONI, ORA CI SARA' LOTTA DURA - Silvio Berlusconi detta la linea ai gruppi del Pdl. "Ora sarà - dice - lotta dura, il Pd ha sbagliato tutte le scelte".

14.50 QUIRINALE: BERLUSCONI, BERSANI TENTA OCCUPAZIONE MILITARE - Bersani sta tentando di occupare tutte le cariche delo Stato, e' inaccettabile. Lo dice Silvio berlusocni parlando ai gruppi del pdl.

14.40 QUIRINALE: LEGA, NON PARTECIPIAMO ALLA QUARTA VOTAZIONE - La Lega Nord non entrera' in aula per la quarta votazione sul Quirinale. Lo ha proposto Roberto Maroni, segretario del Carroccio e la decisione e' stata presa all'unanimita' dai parlamentari.

14.40 QUIRINALE: BERLSUCONI, PD PARALIZZA LO STATO E' INAFFIDABILE - Il Pd paralizza lo Stato. E' inaffidabile. Lo dice Silvio Berlusconi parlando ai gruppi del pdl.

14.30 QUIRINALE: M5S A PD, VOTA RODOTA' E POI PRATERIE A GOVERNO - Se il Pd votera' Stefano Rodota' al Colle "si apriranno praterie" per il governo "dei cittadini e non piu' dei partiti". E sarebbe "un governo di garanzia". E' questa, secondo quanto si apprende, la linea del Movimento 5 stelle ribadita nell'assemblea dei parlamentari dai due capigruppo Roberta Lombardi e Vito Crimi.

14.10 QUIRINALE: GRILLINI IN ASSEMBLEA ACCLAMANO 'RODOTA', RODOTA'' - "Rodota', Rodota'". E' l'acclamazione dei grillini che, riuniti in assemblea, battendo le mani sul tavolo, scandiscono il nome del loro candidato al Colle, dopo che i due capigruppo, Crimi e Lombardi, li hanno resi edotti sull'incontro di stamani con il giurista, nella sua casa romana. Un incontro che ha smentito qualunque voce di un possibile passo indietro rispetto alla scelta di candidarlo al Quirinale, venuta dalla Rete e fatta propria dai parlamentari a 5 Stelle, dopo la rinuncia di Milena Gabanelli. A dare la notizia della reazione dei parlamentari e' stato lo stesso Crimi, conversando con i giornalisti

14.00 QUIRINALE: TERZO SCRUTINIO, 'FUMATA NERA' CON 465 BIANCHE - Questi i risultati del terzo scrutino alla Camera per l'elezione del Presidente della Repubblica, cosi' come annunciati all'Aula dalla presidente della Camera, Laura Boldrini: 250 voti a Rodota', 34 a Massimo D'Alema, 22 a Prodi, 12 a Napolitano, 9 a Cancellieri, 8 a Sabelli Fioretti, 7 a De Caprio, 6 a Marini, 5 a Mussolini, 5 a Palmieri, 4 a Bonino, 4 a Chiamparino, 4 Merlo Ricardo, 3 a Borletti Buitoni, 3 a Casaleggio, 3 a Cicchitto, 3 a Colombo Gherardo, 3 a Leo Ermanno, 2 Castagnetti, 2 a Di Giovanpaolo, 2 a Martino. 44 i voti dispersi, 465 le schede bianche, nulle 47.

13.50 NUOVA FUMATA NERA - Nulla di fatto ancora per l'elezione del presidente della Repubblica. La maggior parte delle schede è stata consegnata in bianco. I montiani cercano un accordo per arrivare con un candidato comune (Cancellieri) alla quarta votazione. Si riparte con le votazioni alle 15.30

13.45 QUIRINALE: MARONI TWITTA 'PRODI NON E' IL MIO PRESIDENTE' - Una foto, che probabilmente neanche il Professore sceglierebbe come ufficiale, accompagnata dallo slogan "questo non e' il mio presidente", con tanto di testata del giornale.it dalla quale evidentemente e' tratta. E' la scelta di Roberto Maroni, che posta il fotomontaggio senza ulteriori commenti sul suo account Twitter.

13.40 QUIRINALE: RODOTA', IO NON OSTACOLO PER ALTRE SOLUZIONI - Secondo quanto si apprende, Stefano Rodota' non ritirera' affatto la sua candidatura ma non ostacolera' chi invece intende avallare altre soluzioni. E' questo l'orientamento emerso, riferiscono fonti del M5s, dopo i contatti avuti riguardo alla quarta votazione.

13.00 GOVERNO: GRILLO, SIAMO DI FRONTE A COLPO DI STATO - In Italia siamo di fronte a "un colpo di stato" per il blocco della formazione delle commissioni parlamentari. A sostenerlo Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle. "Qui siamo di fronte a colpo di stato vero, hanno bloccato il parlamento con il blocco delle commissioni, con questa storia della governabilita'", ha chiosato. "Si preoccupano dei mercati finanziari - ha aggiunto - hanno fatto l'asta dei Bpt che e' andata benissimo. L'economia deve dirci cosa propone, magari salva le persone con un reddito di cittadinanza".

12.45 - VIA ALLO SPOGLIO PER LA TERZA VOTAZIONE

12.40 QUIRINALE: GRILLO, NON VOTEREMO PRODI NE' ORA NE' IN FUTURO - Il Movimento 5 Stelle non
votera' Romano Prodi per il Quirinale "ne' ora ne' in futuro". A sostenerlo, parlando da Manzano, in provincia di Udine, Beppe Grillo. Per il leader del Movimento 5 Stelle "il nostro presidente della Repubblica e' e resta Stefano Rodota'", che "si e' messo a disposizione, non ha mai fatto inciuci con Berlusconi". "Qui c'e' da scegliere fra due cose, un presidente della Repubblica votato da Berlusconi o uno votato dal
Movimento 5 Stelle", ha detto ancora.

12.30 QUIRINALE: GRILLO, RODOTA' RESTA. HO PARLATO CON LUI - "Ho parlato con Rodotà 5 minuti fa: il
nostro Presidente della Repubblica è il sig. Stefano Rodota'". Lo assicura Beppe grillo da Twitter

12.00 CRIMI E LOMBARDI DA RODOTA', NESSUN PASSO INDIETRO - Stefano Rodota' "non ha fatto assolutamente un passo indietro". Lo assicura il capogruppo dei senatori M5S che insieme alla presidente dei deputato Roberta Lombardi ha incontrato il giurista candidato al Colle dal Movimento nella sua abitazione romana. "Rodota' non fara' nessun passo indietro, nemmeno dopo la terza votazione", e' l'assicurazione di Lombardi.

11.35 ANCHE PER PDL IPOTESI CANCELLIERI - S'ipotizza una convergenza tra Pdl e il gruppo parlamentare di Scelta Civica sul nome dell'attuale ministro degli Interni, Anna Maria Cancellieri. Lo ha confermato il premier dimissionario Monti in conferenza stampa. E sul nome del ministro arriva l'approvazione dei vertici del Pdl, che così confermano questa inedita alleanza in chiave anti-Prodi.

11.25 QUIRINALE: ELETTORI PD IN PIAZZA, M5S PERCHE' NON VOTI PRODI? - Mentre in aula alla Camera e' gia' iniziata la terza votazione per l'elezione del Capo dello Stato, in piazza Montecitorio c'e' gia' un gruppetto di elettori del Pd che chiede a gran voce al Movimento 5 stelle di votare per Romano Prodi. Ma a nome di M5S ci sono i deputati Alessandro Di Battista e Manlio Di Stefano che rispondono fermi sulla posizione ufficiale del Movimento. Che al momento e' quella di votare per Stefano Rodota'. Alcuni elettori Pd accusano i grillini di non aver voluto votare la fiducia ad un governo targato Pd, ma i due deputati 5 stelle replicano stizziti: "Il Pd non ha ancora spiegato perche' non puo' votare Rodota'".

11.00 QUIRINALE: RUMORS SU PASSO INDIETRO DI RODOTA' - Stefano Rodota' potrebbe fare un passo indietro. E' questo il rumor che circola con insistenza da qualche minuto in Transatlantico. La decisione del professore viene data per possibile nelle prossime ore da ambienti parlamentari.

10.35 QUIRINALE: SCELTA CIVICA, NO A PRODI. IPOTESI CANCELLIERI - Scelta Civica non convergera' sul nome di Romano Prodi per la Presidenza della Repubblica. Sembra questa, stando a quanto si apprende, la posizione dei montiani che si sono riuniti questa mattina a Montecitorio per decidere il da farsi alla luce del nuovo nome espresso dal Pd. E, riferiscono ancora fonti di Scelta Civica, ci sarebbe anche l'ipotesi di esprimere un proprio candidato che, al momento, sarebbe quello di Anna Maria Cancellieri, attuale ministro
dell'Interno, che sarebbe proposta da Scelta Civica dalla quarta votazione

10.20 - QUIRINALE: M5S, CONTINUEREMO A VOTARE RODOTA' - Il Movimento 5 Stelle continuera' a votare per Stefano Rodota' come nuovo presidente della Repubblica. Lo ripetono nel Transatlantico di Montecitorio diversi deputati 'grillini'. Fra questi il senatore Michele Scibona che ai giornalisti replica: "Assolutamente si'. Voteremo Rodota' perche' queste sono le indicazioni della rete
e dei cittadini. Il Pd continua a votare secondo le proprie convenienze".

10.05 VIA ALLA TERZA VOTAZIONE - Sono inziiate le procedure per la terza votazione per il nuovo Capo dello Stato.

9.50 QUIRINALE: SEL ALLA QUARTA VOTAZIONE CONVERGERA' SU PRODI - L'alleanza di centrosinistra alla quarta votazione si presentera' compatto a sostegno della candidatura di Romano Prodi. Anche Sel, infatti, ha deciso di convergere sul nome dell'ex premier. Lo conferma Nicola Fratoianni al termine della riunione del partito

9.50 QUIRINALE: PD, AL TERZO VOTO SCHEDA BIANCA POI PRODI - Alla terza votazione, stamattina, il Pd
votera' scheda bianca, mentre nel pomeriggio, con il quarto voto, in campo scendera' la candidatura di Romano Prodi. Lo ha confermato Roberto Giachetti (Pd) al termine della riunione dei 'grandi elettori' del partito

9.45 QUIRINALE: PRODI OGGI IN MALI TORNA DOMANI - Romano Prodi e' oggi in Mali, nella capitale Bamako, per incontri legati al suo ruolo di presidente del gruppo di lavoro dell'Onu sulle missioni di peace-keeping in Africa. Il suo rientro e' previsto domani.

9.20 - QUIRINALE: BERSANI, NON BUONA PROVA FAREMO VALUTAZIONI - "Si e' creata attorno a noi una
situazione molto difficile e non abbiamo dato una buona prova. Faremo delle valutazioni". Cosi' Pier Luigi Bersani, parlando ai grandi elettori del Pd, ha ricordato ieri la bocciatura di Franco Marini. "Abbiamo portato sulle nostre posizioni forze antagoniste, sul nome di un uomo del lavoro. Sono dispiaciuto per Marini", ha detto il segretario del Pd raccogliendo l'applauso dell'assemblea

9.00 - QUIRINALE: BERSANI, MI SPIACE NON COLTA OPPORTUNITA' MARINI - Pier Luigi Bersani ha espresso rammarico per la mancata elezione di Franco Marini al Quirinale. "Per responsabilita' di cui, se siamo adulti, dobbiamo prendere atto che non siamo stati in grado di cogliere l'opportunita' di eleggere una nostra figura prestigiosa, un uomo del lavoro come Franco Marini", ha detto ai grandi elettori del Pd. "Mi dispiace e capisco la sua amarezza", ha aggiunto.

9. 00 - QUIRINALE: BERSANI PROPONE PRODI, APPLAUSI DA PD - "Mi prendo la responsabilita' di proporre Romano Prodi come candidato al Quirinale". E' questo l'annuncio che Pier Luigi Bersani ha dato all'assemblea dei grandi elettori del Pd, che l'hanno accolta con una standing ovation. La proposta e' stata approvata all'unanimita' per alzata di mano

9.00 QUIRINALE: BERSANI, FIN QUI NON ABBIAMO DATO BUONA PROVA - "Non siamo stati in grado fin qui di corrispondere alle nostre responsabilita' e non abbiamo dato una buona prova", detto Pier Luigi Bersani all'assemblea dei grandi elettori del Pd.

8.35 QUIRINALE: PD VERSO CANDIDATURA PRODI - Sara' con ogni probabilita' Romano Prodi il candidato del centrosinistra al Quirinale. E' questa la voce che circola nell'assemblea dei grandi elettori del Pd in corso al teatro Capranica di Roma. I grandi elettori del Pd saranno probabilmente chiamati a votare sulla proposta che fara' ufficialmente Pier Luigi Bersani. Il voto potrebbe anche essere
segreto, ma non ci saranno le 'primarie' su una rosa di candidati di cui si era parlato ieri

Fonte: Affaritaliani.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna