Thu10212021

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cronaca Sequestro Calevo, ''il cerchio si restringe. Ma la soluzione non è ancora vicina''

Sequestro Calevo, ''il cerchio si restringe. Ma la soluzione non è ancora vicina''

  • PDF

''Si è ristretto ancora il cerchio delle indagini. Ci stiamo concentrando su alcune figure. Ma la soluzione non è vicina''. Così il procuratore di Genova, coordinatore della Dda del capoluogo ligure, ha fatto il punto sulle indagini sul sequestro diAndra Calevo, l'imprenditore rapito domenica notte da tre o quattro uomini armati nella sua villa di Lerici (La Spezia). A quanto si apprende da ambienti investigativi le indagini si stanno indirizzando su degli stranieri. Nuovi spunti investigativi sul sequestro aprono anche nuove prospettive agli inquirenti e consentono ''un po' di ottimismo'' ha annunciato in giornata il procuratore Michele Di Lecce spiegando che "potrebbero aprirsi spiragli''.

''Non abbiamo ancora nulla di univoco, nulla che possa essere interpretato in un modo solo - ha detto - ma qualcosa comincia emergere, il cerchio è un po' più definito. Non siamo al punto di partenza, non siamo a domenica notte. Ora c'è un po' di ottimismo''. Il procuratore ha precisato che, comunque, ''potenzialmente è ancora questione di vita o di morte''. ''E' inusuale o per lo meno singolare - ha osservato Di Lecce - che non siano stati ancora contattati i familiari'' , d'altra parte ''sono ancora possibili scenari alternativi, ci sono valutazioni che stiamo cercando di incastrare l'una nell'altra''. Gli investigatori stanno eseguendo verifiche su tutte le persone che hanno avuto a che fare in ogni ambito, professionale e personale con Andrea.

I sospettati sono ancora molti ed è importante tutto ciò che il giovane ha fatto nei giorni precedenti il rapimento e anche la sera stessa, prima di entrare in casa. ''Le cose che Calevo ha fatto il giorno prima sono importanti, tutto è concatenato'' ha detto Di Lecce. Il responsabile della Dda genovese ha aggiunto che per il sequestro è applicato ''esattamente lo stesso sistema messo in campo per il caso Adinolfi, sinergie e completa intercambiabilità tra polizia e carabinieri''. Intanto sono riprese le perquisizioni nelle zone di Sarzana e Massa Carrara alla ricerca di tracce dei rapitori. I carabinieri del Ros e dell'Arma territoriale hanno controllato i campi rom e abitazioni di pregiudicati italiani e stranieri. Altre perquisizioni, negli stessi ambienti, erano state effettuate mercoledì pomeriggio. Gli inquirenti stanno esaminando anche i filmati delle videocamere presenti in stazioni di carburanti, aree di servizio e caselli autostradali sull'autostrada A12 Genova - Rosignano Marittimo fino a Migliorino Pisano e sulla A 15 Parma - La Spezia. I controlli riguardano inoltre telepass e viacard.

Fonte: Adnkronos/Ign

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna