Menu

Sicurezza stradale, oltre 400 mila giovani socializzati da “a tutto G.A.S.S.”, progetto voluto dalla Presidenza del Consiglio 

Sicurezza stradale, oltre 400 mila giovani socializzati da “a tutto G.A.S.S.”, progetto voluto dalla Presidenza del Consiglio 

Ben 400mila interazioni con la pagina facebook “atuttogass”, 23mila visualizzazioni del video della campagna di comunicazione e oltre 5.000 visite al portale web www.atuttogass.it. Questi i “numeri social” generati, in pochi mesi, dal progetto “a tutto G.A.S.S.” acronimo di Giovani Artefici della Sicurezza Stradale, promosso dalla Presidenza del Consiglio - Dipartimento della Gioventù e dalla partnership istituzionale ICS Associati, Automobile Club Cosenza, Automobile Club Roma e Orsa Srl. Una iniziativa che, in fase iniziale, ha realizzato un importante studio osservando comportamenti, abitudini e orientamenti di ben 1.600 giovani tra i 15 ed i 25 anni, residenti in Calabria e Lazio, con l’obiettivo prioritario di mappare la responsabilità stradale nell’intero Paese.

Ben 16 indicatori di responsabilità diretta e indiretta utilizzati, rilevati a livello nazionale, legati ai comportamenti responsabili, al rischio incidentalità. Il rapporto di ricerca ha tracciato la classifica delle realtà territoriali più a rischio: semaforo verde principalmente per Lombardia, Liguria e Piemonte, tra le più irresponsabili Molise, Calabria e Basilicata. Due le infrazioni più frequenti tra i giovani: l’utilizzo del cellulare alla guida e il superamento dei limiti di velocità. Circa il 10% degli under 25 reo confesso di assumere alcol qualche istante prima di mettersi alla guida.

Oltre sette giovani su dieci, infine, disconoscono il nuovo Codice della Strada. “L’iniziativa - commenta soddisfatto il direttore del progetto, Fabrizio Orsomarso - ha garantito un’ampia partecipazione di giovani, nonostante la resistenza iniziale data dalla percezione che l’irresponsabilità non li riguardasse in prima persona, e di stakeholders come dimostrano i lusinghieri risultati delle attività legate alle nove giornate della  responsabilità stradale organizzate in Calabria, appena concluse. Giornate – conclude Fabrizio Orsomarso - che hanno coinvolto direttamente oltre mille studenti e ottenuto l’adesione alla rete di progetto di circa 30 nuovi portatori di interesse tra istituzioni scolastiche, associazioni ed organizzazioni di settore, amministrazioni comunali e forze dell’ordine”.

E intanto, il progetto voluto dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio fa tappa nel Lazio con il significativo contributo dell’Automobile Club Roma, Aci Vallelunga. Il prossimo 13 maggio a Tivoli, infatti, gli studenti degli istituti scolastici che hanno aderito all’iniziativa si confronteranno all’I.T.C.G. “E. Fermi” su tematiche di educazione e di sicurezza stradale con docenti-formatori dell'Automobile Club Roma e della rete ACI Ready2Go, anche attraverso l'utilizzo dei simulatori di guida e "Driving Test" per sperimentare tecniche di guida e verificare le reazioni del veicolo in condizioni particolari attraverso: slalom tra coni, frenata ABS e partenza ASR, nonché simulazione stato di ebbrezza alcolica attraverso appositi dispositivi visivi.  

Redazione

 

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

"LA VOCE ROMANA"

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
Iscritto al n. 10/2010 del 4 novembre 2011 del Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2016 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                          La Voce Romana © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione