Menu

PARTIGIANO RITA, CRESCIUTA IN FRETTA di Loredana Simonetti

PARTIGIANO RITA, CRESCIUTA IN FRETTA di Loredana Simonetti

Rita Rosani, il cui cognome originale era Rosenzweig, è una diciottenne di Trieste, nel 1939. Di origine ebraiche, vive la sua adolescenza come una tranquilla ragazza della sua età, con le amiche, la scuola e le riviste di moda che adora sfogliare. Un giorno passeggiando con il suo fidanzatino Kubi, scorge un capannello di curiosi intorno alla statua di Italo Svevo, l’autore de “La coscienza di Zeno”, capolavoro della nostra letteratura.

Il vero nome di Italo Svevo era Ettore Schmitz ed era ebreo: la statua che la sua Trieste gli aveva dedicato giace in terra, ricoperta di escrementi e qualcuno aveva scritto sopra “Giudeo, il bronzo sia dato alla Patria”.

Un brivido attraversa Rita: qualcuno vuole strappare le radici della sua religione e mai come in quel momento si rende conto di come siano salde e profonde. In poco tempo, Trieste si trasforma “in una grande prigione a cielo aperto”, fino a quando l’8 settembre del 1943 “pare scoppiata la pace”. Rita non immagina che la guerra peggiore sarebbe iniziata allora, con il rastrellamento e la deportazione degli ebrei, perché le milizie tedesche avevano deciso di raggiungere ”la soluzione finale del problema ebraico”.

Dopo aver messo al sicuro i suoi genitori, Rita si aggrega al gruppo dei partigiani Pasubio, insieme al colonnello Ricca di cui diventa la compagna, combattente come tutti gli altri partigiani che ne fanno parte, stanziati tra il Monte Baldo e il Monte Comune. Morirà da combattente a soli 24 anni, le sarà dedicata una strada a Verona e una nella sua Trieste e nel 1948 gli verrà conferita la Medaglia d’Oro della resistenza, “l’unica assegnata ad una donna italiana, morta in combattimento.”.

Il libro “Partigiano Rita”, che Paola Capriolo, autrice di numerosi romanzi, ha voluto dedicare ai ragazzi narra gli eventi della 2^guerra mondiale, attraverso la vera storia di una semplice ragazza che si è distinta come una semplice eroina. Rita Rosani è stata l’esempio vivente di come i giovani siano costretti a crescere in fretta durante una guerra e siano quelli più capaci ad accollarsi il peso del presente, maturando il coraggio dalla spontaneità dei loro anni.

 

Autore: Paola Capriolo
Titolo: Partigiano Rita
Editore: Einaudi Ragazzi
Pubblicato: Febbraio 2016
Pagine: 140 Prezzo: € 11,00

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

"LA VOCE ROMANA"

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
Iscritto al n. 10/2010 del 4 novembre 2011 del Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2016 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                          La Voce Romana © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione