Menu

NATALE, PER AMORE DELLA LETTURA di Loredana Simonetti

NATALE, PER AMORE DELLA LETTURA di Loredana Simonetti

Leggere significa pensare, crescere, maturare una propria opinione, vuol dire partecipare ad una società di cittadini con opinioni personali il cui confronto con altri, arricchisce vicendevolmente. Con la lettura, si apre uno spiraglio d’intesa con chi scrive, si crea la curiosità di indagare sugli stati d’animo che hanno determinato quel flusso di parole che ci colpisce e che vorremmo diventasse nostro. Leggere è uno dei primi progetti di vita con i bambini, accogliendoli in un angolo comodo di casa e sfogliando insieme libri colorati; incominciando presto, i bambini si abituano alla musicalità della voce dei genitori, imparano a sorridere dei giochi di voci che si creano durante la lettura e a conoscere l’aspetto più allegro e disponibile di mamma e papà. Regalare un libro è come regalare il tempo migliore a chi lo riceve e inoltre costa sempre poco, molto di meno di tanti altri regali che si possono fare.

Ogni libro fissa il tempo in cui si sta leggendo. Ricordo, da bambina, avevo contratto il morbillo e il mio giocherellone zio Lallo, non potendo portarmi a spasso, mi venne a trovare e mi regalò il “Il piccolo Lord”, di Frances Hodgson Burnett, un grande classico inglese. Aveva la copertina verde e c’era disegnato un bambino seduto con un grande cuscino dietro la testa, proprio come stavo io in quel momento: divenne la mia meravigliosa compagnia per tutta la durata del morbillo e, naturalmente, guarii senza rendermene conto.  Leggere è anche un antidepressivo, in quei momenti in cui si affrontano dolori familiari senza soluzione e l’attesa è una corrosione dell’anima e della mente. Anche con questo stato d’animo, un libro può essere di aiuto per guardare ancora avanti, “È la nostra piccola ricetta di felicità”, come mi suggerisce Marina Marinelli, autrice del bellissimo libro “È ora di andare”.

È con questi pochi pensieri, che auguro ai miei lettori un sereno Natale sperando che tutti possano ricevere il libro desiderato. Vi farò una confidenza: Babbo Natale mi porterà “Il figlio maschio”, sagra familiare di Giuseppina Torregrossa, l’autrice siciliana che considero la versione al femminile di Andrea Camilleri, “L’amante giapponese” di Isabelle Allende, la colta e raffinata scrittrice sudamericana, nota per libri di grande successo, come “La casa degli spiriti”. E per finire, la raccolta completa della favole di Luigi Capuana, dal titolo “Stretta la foglia, larga la via”, in una bellissima edizione illustrata per grandi e bambini della Donzelli editore, perché con le favole si sono cimentati anche autori straordinari.

Auguri a tutti i miei lettori per un Natale ricco di buone letture e di momenti meravigliosi da trascorrere con la propria famiglia e con i libri preferiti.

Loredana Simonetti

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

"LA VOCE ROMANA"

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
Iscritto al n. 10/2010 del 4 novembre 2011 del Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2016 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                          La Voce Romana © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione