Sun07052020

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Politica Da quando Matteo Renzi è al governo il cuneo fiscale è aumentato del 0,4%, si è giunti al 48,2% di carico fiscale sul lavoro

Da quando Matteo Renzi è al governo il cuneo fiscale è aumentato del 0,4%, si è giunti al 48,2% di carico fiscale sul lavoro

  • PDF

In Italia il carico fiscale sul lavoro continua a crescere: tra il 2013 e 2014 è aumentato del +0,4%, toccando il livello record del 48,2% rispetto al costo del lavoro: significa che quasi metà di quanto gli imprenditori pagano per le buste paga dei lavoratori se ne va in tasse e contributi sociali. Lo rivela una ricerca del Centro studi ImpresaLavoro che, elaborando gli ultimi dati Ocse, dimostra come l’Italia sia l'unico grande paese europeo che registra una crescita consistente del cuneo fiscale. Quest'ultimo, infatti, diminuisce in Francia (-0,4%) e Regno Unito (-0,3%) mentre resta sostanzialmente invariato in Germania (+0,1%) e Spagna (0,1%).

Per Massimo Blasoni, presidente di ImpresaLavoro, «questi dati dimostrano come il nostro paese continui a tassare troppo, e spesso più di tutti gli altri, i fattori produttivi e il lavoro in particolare. Per molti anni si è discusso di un possibile riequilibrio del sistema di tassazione, con lo spostamento della pressione fiscale dal lavoro ai consumi. Quel che è accaduto concretamente è che la pressione sui consumi è aumentata grazie all’innalzamento delle aliquote Iva (e probabilmente crescerà ancora) mentre non è diminuita e si è in alcuni casi inasprita quella sul lavoro. La manovra degli 80 euro è servita a poco: come abbiamo visto ha dato poco e male ad alcuni ma ha tolto ad altri». Redazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna