Tue07142020

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico VINCERE LA VITA di Loredana Simonetti

VINCERE LA VITA di Loredana Simonetti

  • PDF

Una cronaca precisa, quella di Sonia Topazio, autrice del libro “La Sposa Vergine” (CLD Libri, pagg. 100, €12,00), come un reportage di storia rumena, scritto a tratti in dialoghi asciutti e a volte imprecisi, proprio per trasmettere l’ansia e lo stress di vita della giovane Barina, che scappa dalla Romania e dai suoi falsi connazionali in una fuga disperata. Un solo pensiero per vincere su quella vita: Barku, il suo fidanzato rigido e introverso, anch’egli trascinato dagli eventi della sua nazione, al quale Barina, nella sua dignitosa povertà, vuole donare, nel giorno delle nozze, la sua verginità, unico bene prezioso di cui può disporre liberamente.

“L’Italia è uno dei maggiori importatori di prostitute rumene. Ogni anno duemila donne partono dal mio paese e vengono introdotte clandestinamente nella penisola italiana. Lavorano sette giorni su sette e fino a diciotto ore quotidiane. Devono avere alcune caratteristiche essenziali: belle, economicamente accessibili per l’italiano medio, disperate e giovani. Sono donne schiave, comprate e vendute da noi stessi connazionali.”.

Il viaggio in Italia, alla ricerca di un lavoro, porta Barina a confrontarsi con i suoi connazionali che vogliono approfittare di lei e ridurla in uno stato di sottomissione, ma Barina è una donna colta e non è disposta a piegarsi alla malavita e così fugge.

 

Conoscere le due dotte sorelle farmaciste calabresi, Carla ed Esther, per Barina è un’emozione, perché la sua mente finalmente ritorna alla vita e lavorare per loro è come concedersi un po’ di respiro, tanto da farla sentire “migliore”. Lo sgarbo di essere fuggita dall’organizzazione di malavitosi non la lascerà libera e il drammatico epilogo finale diventa, purtroppo, un articolo di cronaca nera.

Una scrittura a scatti, in cui gli sguardi di Barina passano rapidamente da un pensiero all’altro, lasciando, durante la lettura, poco tempo alla riflessione: l’unico pensiero presente in tutta la vicenda è proiettato sul giorno del suo matrimonio con Barku, per l’inizio della sua vera vita e la speranza di lasciarsi dietro le spalle la sofferenza e la fuga dalla disperazione. La narrazione, per il ritmo cadenzato e per il susseguirsi veloce delle esperienze di Barina si presta, a mio parere, anche ad una buona realizzazione teatrale. Nei mesi scorsi il libro è uscito anche tradotto in lingua albanese, con il titolo “Nusja e virgjer”.

La Sposa Vergine” di Sonia Topazio sarà presentato a Roma, venerdì 15 novembre alle 16,30, presso la Sala della Mercede della Camera dei Deputati, in via della Mercede 55. Il libro è acquistabile  sul sito www.cldlibri.it.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna