Tue07142020

Last update04:43:32

Ulti Clocks content
Back Cultura Un Libro per Amico Una favola per adulti: FATA DRAGA - di Annamaria Calore e Loredana Simonetti

Una favola per adulti: FATA DRAGA - di Annamaria Calore e Loredana Simonetti

  • PDF

In prossimità delle feste di Natale e a causa dei pochi soldi che quest’anno, più dei precedenti, ci sono rimasti in tasca, vorrei presentare ai miei lettori due iniziative legate al volontariato sociale, qualità straordinaria che contraddistingue gli italiani tra le altre popolazioni europee. L’intero ricavato del libro “Fata Draga”, (edizioni MONTAG) scritto da Annamaria Calore e al quale ho partecipato anch’io, è devoluto interamente alla Scuola Primaria di Belmonte in Sabina, un piccolo comune in provincia di Rieti, che provvederà, grazie all’aiuto del Centro Anziani e alla disponibilità di chi sa lavorare il legno, a costruire dei giochi per il piccolo parco-giardino della scuola, adesso vuoto.

Fata Draga, protagonista di questa storia per adulti, è una bambina cresciuta serenamente, capace di coltivare un patto segreto con il sole: al tramonto sa catturarne l’ultimo raggio per tenerlo con sé per tutta la notte, complice delle sue letture segrete sotto le coperte, fiabe, racconti, leggende e filastrocche. Crescendo, però, comincia a sentire una strana inquietudine, come se le mancasse qualcosa di vitale. La nonna che intuisce il suo stato d’animo, comprende come sia giunto il momento di raccontarle una storia “antica come il mondo”, poiché una donna, per essere felice, deve acquisire “la consapevolezza che solo l’autonomia può dare”.

Dalla storia che le racconta la nonna, inizia il viaggio di Fata Draga attraverso la “conoscenza”. Incontrerà diverse donne di diverse epoche, ciascuna con una grande piccola storia, quale testimonianza personale da donare alla giovane donna. Un antico proverbio popolare dice che ai bambini bisogna dare ali e radici. Ali grandi per volare alla ricerca di cieli sempre nuovi e radici profonde per capire qual è stata la propria origine. Per questo le storie dei nonni e delle generazioni passate creano le basi di continuità tra il presente e il futuro di figli e nipoti. Fata Draga è l’espressione più profonda di quanto sia importante la conoscenza, a partire da noi stessi, per saper incontrare gli altri. Una conoscenza, purtroppo, limitata dalla storia di sempre, che ha arginato la figura femminile a ruoli stereotipati e limitanti.

La ragazza tratteggiata in questa storia, è intraprendente e naturalmente incline all’accoglienza. Essa contrasta con l’immaginario del femminile di chi vuole le donne solo belle, provocanti e silenti. Il passaggio dall’adolescenza alla maturità cognitiva di Fata Draga avviene attraverso la condivisione, con altre donne, di sofferenze, lotte, desideri, timori e speranze. Per arrivare a comprendere come si possa vivere appieno la propria vita, solo esprimendosi compiutamente per quello che si è, e non per quello che gli altri si aspettano da noi.

Per informazioni rivolgersi a: Annamaria Calore: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Loredana Simonetti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna